Ascolta la radio

Ascolta la diretta
Main menu

IL CASINO' DI CAMPIONE HA FATTO IL BOTTO

Finalmente dichiarato fallito

casinò1300

Ora è ufficiale: il Tribunale di Como ha dichiarato fallito il casinò di Campione d’Italia. Nominati anche tre curatori fallimentari che avranno il compito di seguire la gestione della casa da gioco. La decisione arriva dopo che  il commissario ad acta Angela Pagano ha bocciato il piano di risanamento presentato dal Comune e dal casinò.

Qualche giorno fa l’amministratore unico Marco Ambrosini aveva chiesto al tribunale una proroga della decisione fino a settembre, ma non è stata accolta dai giudici che hanno emesso la sentenza.

L’inchiesta giudiziaria era nata da un esposto presentato dal sindaco di Campione Roberto Salmoiraghi (Fi), quando era ancora all’opposizione. Di fatto, il casinò non versava da anni i soldi che doveva al Comune, socio unico, provocando lentamente il dissesto finanziario dell’ente pubblico. Il debito accumulato nel tempo era di circa 30 milioni di franchi svizzeri (circa 25 milioni di euro).

La sindaca del tempo, Maria Laura Piccaluga, aveva ammesso le difficoltà, attribuendole ad una crisi del gioco d’azzardo in generale e non ad un caso specifico di cattiva gestione.

Nella foto l’orrenda massa di cemento costata una fortunata e che ha deturpato per sempre tutto il territorio per fare spazio al vizio e al Dio Denaro oltre al business della partitocrazia.

Last modified onSabato, 28 Luglio 2018 09:42
Rate this item
(0 votes)
back to top

facebook 48x48

youtube 48x48

tunein 48x48

Google+