Ascolta la radio

Ascolta la diretta
Main menu

PIU' LAVORO PER MISERI SALARI

Tempi grammi

Franco2 660x330

L'Ocse si dice preoccupata per la stagnazione degli stipendi, nonostante l'aumento dell'occupazione

Se, da un lato, nei paesi che aderiscono all’OCSE la situazione a livello occupazionale sembra stia tornando ai livelli pre crisi , dall’altro gli stipendi ristagnano. L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico si dice, infatti, preoccupata per i salari in particolare per i lavoratori meno remunerati.

“C’è una ripresa del mercato del lavoro dappertutto, il problema è che i salari non sono conformi” ha spiegato Angel Gurria, segretario generale dell’Ocse alla presentazione delle prospettive d’impiego 2018.

Secondo l’Organizzazione, l’aumento delle buste paga resta molto più debole che prima della crisi. “Se i paesi non riescono a interrompere questa tendenza, la fiducia sulla ripresa economica sarà compromessa e le ineguaglianze non faranno che aumentare”.

Ciò che è più inquietante, a detta dell’OCSE, è che la stagnazione tocca molto più i lavoratori già poco pagati che quelli che si trovano all’apice della scala salariale.

“L’aumento dell’impiego senza una progressione parallela degli stimpendi mette in evidenza non solo i cambiamenti strutturali nelle nostre economie, che la crisi ha accentuato e accelerato, ma anche la grossa necessità dei Paesi di sostenere i lavoratori in particolare i meno qualificati”, spiga Gurria.

L’OCSE giustifica questa stagnazione attraverso diversi fattori: l’inflazione debole, la minor produttività e l’aumento degli impieghi a basso costo.

Fonte: AC 5 luglio 2018 Notizie Finanziarie

Last modified onGiovedì, 05 Luglio 2018 10:38
Rate this item
(0 votes)
More in this category: « LADY D LEGA LADRONA? »
back to top

facebook 48x48

youtube 48x48

tunein 48x48

Google+