Ascolta la radio

Ascolta la diretta
Main menu

LA SVIZZERA COME ESEMPIO

Lottare per liberarci dalla partitocrazia

LOTTARE

Il referendum voce e pensiero dei popoli liberi!
 
In Svizzera dal 1874
 
In Svizzera il popolo ha l'ultima parola. Non solo deve essere obbligatoriamente consultato per qualsiasi emendamento costituzionale, ma ha anche il diritto di veto su ogni legge emanata dal parlamento. Questo rende il processo legislativo più faticoso e complesso, ma costringe i politici a trovare soluzioni che godono di un ampio sostegno.
 
Decisioni costanti
 
In Svizzera vi sono due tipi di referendum: obbligatorio e facoltativo.
 
Le modifiche costituzionali e le adesioni a organizzazioni sovranazionali sono soggette al referendum obbligatorio. Devono imperativamente essere sottoposte all'esame popolare e ottenere la doppia maggioranza di sì dei votanti e dei cantoni.
 
Le leggi, così come certi decreti federali e trattati internazionali, sono invece soggetti a un referendum facoltativo. Sono messi ai voti popolari se almeno 50mila elettori lo richiedono entro cento giorni dalla loro pubblicazione ufficiale.
 
Per essere approvati, basta che ottengano la maggioranza di sì dei votanti.
 
L'istituto del referendum è più di un'ulteriore opportunità per i cittadini di esprimere la propria opinione. Esso ha un impatto significativo sul processo legislativo. I politici non devono solo stringere alleanze e ricorrere a tattiche in parlamento per fare avanzare una causa.
 
Devono inoltre sempre considerare se una soluzione è in grado di convincere anche la maggioranza popolare. Di conseguenza, si svolge un'ampia discussione, in cui è prestato ascolto anche a quelle voci che non sono rappresentate in parlamento.
 
Il diritto di referendum agisce come una spada di Damocle sulla politica. Una spada che fa effetto anche senza usarla. In definitiva, la democrazia diretta consente un controllo supplementare dell'elettorato sui politici eletti.
 
Il Proclama de Italiano Popolo Sovrano https://www.facebook.com/ItalianoPopoloSovrano/  vede nel Referendum la realizzazione della democrazia popolare con un elemento supplementare rispetto a quello svizzero e cioè la sistematica eliminazione della componente politico partitocratica.
 
Quest'ultima è una autentica armata brancaleone che si nutre del sangue dei cittadini.
 
Cambiare si puo’ – cambiare si deve! In ogni regione gruppi di cittadini devono costituire i Comitati esecutivi per informare e organizzare referendum regionali con cui proporre e richiedere l’autonomia e l’indipendenza dal potere e dalla tirannia politico-mafiosa dei governi che hanno sempre anteposto i loro interessi a quelli del Popolo Sovrano!
 
Se non lotti per cio’ che desideri, non piangere per cio’ che hai perso!
Last modified onMercoledì, 16 Maggio 2018 08:16
Rate this item
(0 votes)
back to top

facebook 48x48

youtube 48x48

tunein 48x48

Google+