Ascolta la radio

Ascolta la diretta
Main menu

BASTA CON L'USA E GETTA

Quadramarano svizzero

QUADRIMARANO

Un veliero gigante per recuperare la plastica negli oceani

Di Samuel Jaberg

Il navigatore franco-svizzero Yvan Bourgnon ha concepito un quadrimarano gigante per ripulire gli oceani dai rifiuti di plastica.

Ogni anno, circa 9 milioni di tonnellate di materie plastiche sono riversate negli oceani. Da sola, l'isola di plastica del Pacifico del Nord (Great Pacific Garbage Patch), anche soprannominata il "7° continente", si estenderebbe ormai su una superficie di oltre 1,6 milioni di chilometri quadrati.

Di fronte a quello che definisce un disastro ecologico, economico e sanitario e all'urgenza mondiale di preservare il 'grande blu', il celebre navigatore franco-svizzero Yvan Bourgnon ha concepito un quadrimarano gigante capace di raccogliere fino a 600 metri cubi di rifiuti.

Vera e propria fabbrica di trattamento galleggiante, l'imbarcazione solare è in grado di selezionare e compattare i grandi rifiuti di plastica per poi portarli sulla terraferma per il riciclaggio.

Il costo di ogni imbarcazione è stimato a 30 milioni di euro. Il finanziamento del Manta è assicurato da donatori privati e patrocinatori. Tuttavia, per finanziare il maggior numero di esemplari possibile, "gli Stati, le collettività e le popolazioni" dovranno mettere mano al borsellino, ha detto Bourgnon.

Basta con l'usa e getta

Secondo la fondazione svizzera Race for WaterLink esterno, che ha concluso nel 2016 una spedizione di ricerca attorno al globo sull'inquinamento da plastica degli oceani, è però irrealistico immaginare una ripulitura su vasta scala. Gran parte della plastica si trova infatti sotto la superficie dell'acqua, spesso a profondità abissali dove è molto difficile e costoso far scendere delle macchine.

D'altronde, al momento non esiste alcuna soluzione miracolo per recuperare le microplastiche, elementi infinitamente più piccoli e nefasti per la salute che sono ingeriti dai pesci ed entrano così nella catena alimentare.

Agli occhi dei difensori dell'ambiente, per bloccare l'aumento esponenziale di questo magma di plastica c'è un'unica soluzione: cambiare radicalmente lo stile di vita e di consumo attuale e rinunciare all'usa e getta.

Last modified onLunedì, 16 Aprile 2018 10:37
Rate this item
(0 votes)
back to top

facebook 48x48

youtube 48x48

tunein 48x48

Google+